Sora: Il nuovo prodotto di OpenAI per creare video

Sora: la nuova AI di OpenAI che trasforma testi in video

OpenAi, una delle società leader dedicate allo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale ha presentato nei giorni scorsi Sora, il suo nuovo prodotto che serve a trasformare messaggi testuali in video da Oscar con una durata massima di un minuto.

L’annuncio ufficiale è arrivato dalla società di Sam Altman con sede a San Francisco, in California, direttamente con una nota lo scorso 15 Febbraio, facendo così un ulteriore e importante passo in avanti sullo sviluppo e la fruizione dell’Intelligenza Artificiale.

In questo articolo scopriremo insieme come funziona e che cos’è Sora, la nuova creazione di OpenAI.

Cos’è e come funziona Sora?

Dopo il lancio di GPT Store (negozio basato su Chat GPT ndr) OpenAI, la scorsa settiamana ha ufficializzato il lancio di Sora, il nuovo prodotto di Intelligenza Artificiale capace di creare video di altissima qualità con una durata massima di un minuto.

Tuttavia, questa non è una novità assoluta nel mondo del web, considerando che la procedura text-to-video è già stata lanciata da startup di Google come Runaway, ma OpenAI ha già affermato che Sora si distingue da tutti gli altri grazie ad un sorprendente fotorealismo e alla capacità di creare video fino a un minuto di durata

Ma come funziona?

Il nuovo software realizzato da OpenAI è quindi in grado di realizzare brevi filmati da un testo o da un’immagine tramite una richiesta conosciuta come Prompt, ossia una descrizione necessaria per ottenere un output specifico dall’intelligenza artificiale generativa.

Sul funzionamento di questo nuovo prodotto, OpenAI ha voluto subito specificare tramite il comunicato dell’annuncio ufficiale:

“Sora è in grado di generare scene complesse con più personaggi, tipi specifici di movimento e dettagli accurati del soggetto e dello sfondo. Il modello comprende non solo ciò che l’utente ha chiesto nel prompt, ma anche come queste cose esistono nel mondo fisico. Ha inoltre una profonda comprensione del linguaggio, che gli consente di interpretare accuratamente i suggerimenti e di generare personaggi convincenti che esprimono emozioni vibranti. 

Sora è anche in grado di creare inquadrature multiple all’interno di un singolo video generato che persiste accuratamente nei personaggi e nello stile visivo”.

Attualmente, Sora è un software aperto solo ad un ristretto numero di esperti selezionati direttamente da OpenAI per una prova.

In pratica solo artisti e sviluppatori possono provare questo nuovo prodotto per fornire feedback costruttivi su come e dove migliorarlo. I risultati sono oggettivamente impressionanti e la finestra di crescita del software risulta attualmente estremamente aperta.

Tuttavia, Sora, con i suoi risultati potrebbe aprire anche a diversi problemi etici come la produzione di video deepfake e la conseguente crescita di disinformazione.

Problemi in cui i vertici di OpenAI sono già a conoscenza come dichiarato dalla stessa società statunitense in un ulteriore comunicato:

“Nonostante le ricerche e i test approfonditi, non possiamo prevedere tutti i modi in cui le persone utilizzeranno la nostra tecnologia, né tutti i modi in cui le persone ne abuseranno. Ecco perché riteniamo che l’apprendimento dall’uso reale sia una componente fondamentale per creare e rilasciare nel tempo sistemi di intelligenza artificiale sempre più sicuri”.

Hai mai sentito parlare della nuova creazione di OpenAi? La userai? Facci sapere nei commenti cosa ne pensi

 89 total views,  1 views today

0 Condivisioni
Previous Post Previous Post

Leave a comment